Peck Milano :

pralina di fois gras, un finger food straodinario, firmato Peck Milano

La vera tradizione gastronomica milanese dal 1883

Oggi abbiamo intervistato Pietro Launo event manager di Peck Milano, una vera eccellenza nel food. La garanzia per un evento di classe e qualità, ai quali ci affidiamo per coccolare i nostri clienti.

  • Peck, la storia della gastronomia milanese oggi ha la sua divisione banqueting, come nasce questa nuova idea?

Peck vuole uscire dai propri confini di via Spadari e, oltre a nuove aperture sia in Italia che all’estero, la strategia dell’azienda è quella di utilizzare i suoi punti di forza per essere eccellenti in un settore nuovo come quello del banqueting.

  • Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono Peck e quindi la sezione banqueting?

La qualità del food attraverso la ricerca e selezione di prodotti unici, attenzione nel servizio e allestimenti che rispecchiano il dna di Peck oltre che soddisfare le richieste del cliente.

  • La cura e la scelta del prodotto presentata al cliente nel vostro store di Milano è la stessa anche per il cliente banqueting?

Abbiamo iniziato a strutturare le proposte food partendo dalle ricette storiche di via Spadari, rivisitando in chiave banqueting le nostre eccellenze famose in tutto il mondo 

Il salmone e le melanzane alla parmigiana che abbiamo in gastronomia li proponiamo in finger food per i nostri banchetti

  • Secondo voi, essendo Peck un pilastro della storia della gastronomia milanese, pensate che il cliente si aspetti da voi solo tipi di proposte specifiche e dedicate alla cucina tipicamente milanese o lombarda oppure riesce a vedervi come realtà culinaria a 360°?

Il cliente si aspetta la qualità del prodotto che ci contraddistingue dal 1883. Chi è cliente sa che abbiamo sia proposte legate alla tradizione della cucina Lombarda che altre specialità del territorio nazionale e non solo

  • Quali sono i punti di forza di Peck?

Il valore del brand di per sé è sinonimo di eccellenza, produciamo nei nostri laboratori più di 600 prodotti e questo è un importante punto di forza.

Portare i nostri prodotti e la nostra gastronomia ovunque è il nostro obiettivo.

  • Pensate che, come negli altri settori wedding, anche nel vostro ci sia una tendenza da seguire che si modifica o cambia di anno in anno?

La tendenza degli ultimi anni è stata quella di poter organizzare eventi personalizzati che siano in linea con i gusti e i budget dei clienti. Rispetto agli anni precedenti, per la parte food, si sta un po’ tornando alla ricerca di menù più legati alle tradizioni e semplici rispetto alla ricerca di una cucina gourmet.

 

Emanuela White Tulipa wedding planner